Passa La Parola

Passa Parola
28/09/2017

Lasciarsi correggere

Santo Giovedì

«Chi è dunque costui, del quale sento dire tali cose?»

Lc 9, 9

—————————

MESE di SETTEMBRE

dedicato agli

ANGELI

http://www.preghiereperlafamiglia.it/SETTEMBRE.htm

—————————

—————————

Giovedì 28 Settembre 2017

Giovedì della XXV settimana delle ferie del Tempo Ordinario

Santo(i) del giorno : S. Venceslao, duca di Boemia e martire (907-935),  B. Luigi Monza, sacerdote e fondatore (1898-1954)

Meditazione del giorno: Sant’Ambrogio
« Erode cercava di vederlo »

Dal Vangelo secondo Luca 9,7-9.

In quel tempo, il tetrarca Erode sentì parlare di tutto ciò che accadeva e non sapeva che cosa pensare, perché alcuni dicevano: «Giovanni è risuscitato dai morti»,
altri: «E’ apparso Elia», e altri ancora: «E’ risorto uno degli antichi profeti».
Ma Erode diceva: «Giovanni l’ho fatto decapitare io; chi è dunque costui, del quale sento dire tali cose?». E cercava di vederlo.

________________

Sinossi Valtortiana del Vangelo del giorno…

—————————

Passa parola

Buona giornata

[…] in genere viviamo la nostra vita distribuendo l’attenzione della nostra intelligenza, l’affetto del nostro cuore, la tensione della nostra volontà solamente, in pratica, verso cose di questa terra.
E allora che posto occupa la Parola? La ricordiamo di tanto in tanto, e tutto qui.
No, questa non è la vita che Gesù chiede a noi.
La Parola deve essere, fra tutti, il nostro primo amore, deve essere il pilastro su cui poggia la nostra esistenza, la radice su cui la nostra vita fiorisce.
È la Parola che deve illuminare, momento per momento, ogni nostra attività, raddrizzare e correggere ogni espressione della nostra vita.
(Fonte: Gen’s – La Parola di vita, Roma 2011, pag. 88-89.)

—————————

Lectio Divina Carmelitana:

Tempo ordinario
1) Preghiera
O Dio, che nell’amore verso di te e verso il prossimo
hai posto il fondamento di tutta la legge,
fa’ che osservando i tuoi comandamenti
meritiamo di entrare nella vita eterna.
Per il nostro Signore Gesù Cristo…

lectio-new-small

—————————

AMICI E SERVITORI DELLA PAROLA

Le suore di San Biagio hanno fatto sapere che torneranno con questa rubrica ad Ottobre…

Casa di Preghiera San Biagio www.sanbiagio.org  info@sanbiagio.org

-—————————

La Parola.it

L’argomento di oggi

COMINCIARE

L’unica gioia al mondo è cominciare. È bello vivere perché vivere è cominciare, sempre, ad ogni istante.

Cesare Pavese

La riflessione di oggi

E invece, una dozzina d’anni dopo, chi scriveva questa annotazione nel suo diario alla pagina del 23 novembre 1937 si toglieva la vita in un afoso agosto torinese del 1950. Sto parlando di Cesare Pavese e del suo Il mestiere di vivere, pubblicato postumo nel 1952. Eppure queste due frasi sono di una freschezza e di una vitalità straordinarie e sanno cogliere il midollo stesso del vivere. Sì, perché ogni alba che si schiude è un inizio analogo a quello del giorno in cui siamo usciti dalla notte del grembo materno e ci siamo avviati a percorrere la strada e l’avventura della vita. Io, per primo, devo essere grato al Creatore perché da anni ogni mattina si apre su una giornata quasi mai uguale alla precedente, in una sorta di galleria di sorprese sempre mutevoli.

Sono sicuro, però, che – pur nella monotonia del ritmo casa-lavoro – anche molti lettori ricominciano le loro giornate con una carica implicita, quella ad esempio dell’amore per la loro famiglia a cui stanno donando il loro tempo e le loro energie. Ma non possiamo ignorare che per molti la vita è come un fuoco spento: forse c’è ancora qualche brace sotto il velo della cenere; ma non c’è più la voglia o la forza di soffiare. Quando si giunge a questa apatia, si è ormai «ombre che passeggiano», per usare una forte espressione del Macbeth di Shakespeare. Senza il desiderio di ricominciare si è già cadaveri ambulanti, per dirla più brutalmente, privi di vigore per pensare, creare, donare. A costoro lasciamo le parole di Isaia: «Dio dà forza allo stanco, moltiplica il vigore dello spossato. Anche i giovani faticano e si stancano, gli adulti inciampano e cadono. Ma quanti sperano nel Signore mettono ali come aquile e camminano senza stancarsi» (40,29-31).

(Testo tratto da: G. Ravasi, Breviario laico, Mondadori)

RECUPERA LA RIFLESSIONE DI IERI!

—————————

Parola di Vita – Settembre 2017

Parola di vita di Settembre 2017

in pdf colorato: http://www.focolaritalia.it/download/parola-vita-settembre-2017/

Gesù è nel mezzo della sua vita pubblica, nel pieno del suo annuncio che il Regno di Dio è vicino, e si prepara ad andare a Gerusalemme. I suoi discepoli, che hanno intuito la grandezza della sua missione ed hanno riconosciuto in lui l’Inviato di Dio atteso da tutto il popolo di Israele, si aspettano finalmente la liberazione dalla potenza romana e l’alba di un mondo migliore, portatore di pace e prosperità.

Print Friendly, PDF & Email
Updated: 29 Settembre 2017 — 16:38

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *