Categoria: Eventi

Corrida Carmençita 2018 – Sabato 14 luglio ore 21.00 Piazza Municipio

Da non perdere anche quest’anno… visto che va di moda il “corridare”. Ma noi la facciamo da 13 anni…e non siamo nuovi…

Se vuoi partecipare, se hai un talento in pentola che bolle… ti diamo la possibilità di esibirti, ma con la clausola che se son fiori fioriranno e se son cachi…

Ahahhahahhahah, staremo un pò insieme a ridercela addosso…

Lo staff della Corrida è pronto ad accoglierti…fatti sentire…

Per ogni informazione don Mimmo 3389196190 e Enzo 3288946453

Vi aspettiamo per il provino…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ordinazione Sacerdotale di don Ciro Toscano

Si può rivedere da qui la Messa di Ordinazione di don Ciro Toscano.

Ordinazione sacerdotale

Diretta dell'Ordinazione sacerdotale di Don Ciro Toscano 19 marzo 2018 e Vincenzo Tramontano

Pubblicato da Associazione Nazionale Papaboys su Lunedì 19 marzo 2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un recital su San Felice… da non perdere… da non rivedere…

Prima dell’evento.

Ci fu un giorno in cui la luna bussò e mi chiese: devi recitare la parte di San Felice… Ok ci proverò, ma almeno facciamo le prove!!!???

Se ce ne sarà tempo…qualcuno rispose…

Dopotutto qui ci sono fior fiori di professionisti che recitano da anni… Tommaso dalla voce forte e profonda farà da storyteller, e il Gragni? Non sappiamo neanche se è vivo. Si che è vivo, i whatsApp li legge tutti… ebbene si, abbiamo imparato da Mimma, che a sua volta è stata erudita dalle sue colleghe di lavoro, come sgamare chi c’è ma non vuol farsi vedere… ahahahahahahahah qui il Gragni non ci può fregare. Non sappiamo se ci sarà…magari all’ultimo momento. Dimenticavo Gragni dovrebbe essere l’altro storyteller. Poi c’è Valerio, che s’è preso l’influenza che quest’anno è stata liquida come se anche il virus avesse conosciuto Bauman il sociologo della società liquida… e allora che si fa non si fanno le prove? Non sia mai… col viva voce e magari il poverino dal letto o dal sedile accogliente gli effluivii diarroici. La comunicazione andava via ogni tanto, forse nell’intervallo di uno sciacquone e un altro… Chissà… Poi c’è Terasia e Paolino. La prima impegnatissima da non avere il tempo di provare la sua miniparticina… e Paolino che dopo aver passato le feste coi virus attaccati ai due figli e alla consorte finalmente liberato, è arrivato con una disponibilità disarmante, che Tina (la sceneggiatrice e scrittrice della piece) s’è meravigliata della sua calata nella parte. Un Paolino un pò … carabiniere … anzi scientificamente tale. Mimma si sforzava di far capire l’importanza della prossemica teatrale, ma noi “turzi di pennello” poco avvezzi ai teatri le facevamo tanta unità, per viva carità, quel tanto per… In ultimo me medesimo che dovevo interpretare Felice, e che invece lo farà Valerio, ma sarò la voce delle bellissime coscienze dell’uno e dell’altro Santo. Oimà “speriamo che me la cavo”…

Vi aspettiamo Sabato 13 gennaio 2018 alle 19.30 in San Felice per questo Reci-tal che tale sarà…

Che dite “lo famo?”… ma si “lo famo … strano”

Dopo l’evento.

Ci siamo riusciti a coordinare all’ultimo momento. Con Elia due prove, con gli altri una e alla sera in “onda” ma non on line… (paura delle figuracce). Adesso riguarderemo insieme la registrazione e vediamo come è andata. Il salvabile lo riciclo con un video che faremo vedere a chi non c’era… A parte il service che all’ultimo secondo non andava… ma poi con una dolce e sentita Ave Maria, il demonio sconfitto, tutto è ripartito…tranne la mia voce che quando parto col nervoso…non rendo al cento per cento… evvabè è materia prima per la santificazione anche questo…Godetevi le foto…

La “Pesca di San Felice” è in pieno fermento…robe che vanno e robe che vengono

Un appuntamento fisso della Festa del Santo Patrono è la Pesca di San Felice, un’occasione ghiotta per prendere con poco grandi doni. Fai un’offertuccia e ti capita di avere in sorteggio una macchina fotografica, una posata d’argento, un rosario di Medjugorje…

Provare per credere, è aperta tutti i pomeriggi presso il Centro Campanale di fianco alla Parrocchia.

Se poi vuoi disfarti di vecchi peluche, è l’occasione buona: portali alle nostre DAME della pesca. E se hai altri ogettini…non ti far pregare…porta, porta, porta, ti aspettiamo…

Anche quest’anno ha riaperto la “boutique della solidarietà”

Per molti acquistare un abito è un gesto consueto, ma sappiamo bene che purtroppo non per tutti è così. Sulla base di questa realtà, in occasione della nostra festa patronale, unitamente alle opere che generalmente si fanno in parrocchia a favore dei nostri fratelli più poveri, si è pensato anche quest’anno all’apertura di una boutique solidale. L’idea che si vuole dare è quella di un ‘negozietto’ accogliente, nel quale chi desidera può venire a prendere degli abiti donati dalla comunità parrocchiale, accuratamente organizzati da volontarie, su espositori e stand appositi. L’utenza è mista: abbiamo sia fratelli stranieri che italiani. A tutti loro la parrocchia attraverso questo gesto, vuole far arrivare lo sguardo amorevole di Gesù ‘Consolatore dei poveri’.

chiesa di san felice in pincis © 2018