Categoria: Sacerdoti

2 – Don Pasquale Cervone

IMG_3254

Don Pasquale Cervone nasce a Castello di Cisterna l’8 agosto 1941. All’età di 11 anni viene ammesso al Seminario di Nola e successivamente, nel 1957, al Seminario Regionale Pontificio di Salerno.

Nel 1966 è consacrato sacerdote dal vescovo monsignor Adolfo Binni nella Cattedrale di Nola. Nello stesso anno comincia a prestare la sua opera di sacerdote in diverse diocesi, esercitando il suo apostolato con grande passione e austerità.

Nel 2002, a riconoscenza del suo carattere semplice e austero, diventa parroco in solidum della Chiesa di San Felice in Pincis e di Santa Maria del Carmine, dove ritrova un suo vecchio confratello, il coetaneo don Giuseppe Gambardella, consacrato sacerdote nel suo stesso giorno.

Tra gli impegni che svolge con grande interesse, don Pasquale rivolge particolare cura all’organizzazione dei viaggi in Terra Santa, dove guida i pellegrini durante la visita ai sacri luoghi che hanno conquistato il suo cuore e la sua mente.

Don Pasquale Cervone è anche un profondo conoscitore e sostenitore della naturopata, la scienza della cura attraverso la natura, nonché dell’antica medicina popolare.

1 – Don Peppino Gambardella

IMG_2062Don Peppino Gambardella ha un curriculum d’eccezione. Dal 12 ottobre del 1941 in questa vita. Appena Sacerdote è stato viceparroco nella parrocchia di San Felice nei gloriosi e tormentati anni sessanta. Poi, negli anni settanta, con un gruppo di sacerdoti fondò una comunità sacerdotale legata alla Spiritualità del Movimento dei Focolari, e si trasferisce a Torre Annunziata. Nel 1978 diventa Rettore del decadente Seminario Vescovile di Nola facendolo risorgere da nulla. Nel 1987 comincia un’altra bellissima esperienza come Preside dell’Istituto Vescovile di Nola. Nel Natale del 1993 si trasferisce a Pomigliano d’Arco presso la Rettoria del Carmine da dove gli Agostiniani erano andati via per penuria di vocazioni. Nel settembre 2000 da Rettore del Carmine diventa anche Parroco di San Felice.

Laureato in telogia Dogmatica a Posillipo presso i Gesuiti  e in Storia e Filosofia presso la Federico II, non ha mai smesso di occuparsi degli operai e dei poveri. Un esempio per molti sacerdoti, ma anche un pungolo per tanti che vorrebbero adagiarsi ad una vita mediocre e borghese. La Spiritualità dell’Unità (o del Movimento dei Focolari) l’ha forgiato nel profondo.